C3 – Enhancement of source areas for endemic fish species along springs, streams and secondary branches – CONCLUSA

30/09/2019

Tutte le opere sono terminate tranne le cure culturali, che prevedono un preciso cronoprogramma post intervento.

C.3.1: Ramo Morto a Turbigo: realizzate tutte le opere in progetto (risorgive, clusters di massi in alveo, piste di cantiere e aree di stoccaggio)

C.3.2: Ramo Delizia a Magenta: realizzate tutte le opere in progetto (alveo del Ramo Delizia, interventi di diversificazione, piste di cantiere e aree di stoccaggio)

C.3.3: Maresco di Villareale a Cassolnovo: realizzate tutte le opere: morfologia delle aree, fontanili, messa a dimora di piante forestali, di tubi emuntori, panchine.

C.3.4: Gravellone Vecchio a Travacò Siccomario; realizzate le opere di creazione buche e interventi di diversificazione fluviale.

30/11/2018

Per la realizzazione degli interventi dell’azione C1 sono state effettuate due gare, come da progetti approvati. La prima, riguardante i lavori di rimboschimento e miglioramento forestale in comune di Motta Visconti è assegnata ad una ditta gennaio 2018. A febbraio 2018 è stato aperto il cantiere e i lavori si sono svolti nei mesi successivi. Nel sito in questione sono previste anche le cure colturali che si sono protratte lungo tutta l’estate e l’inizio dell’autunno. Sono stati realizzati: 3 ettari di boschi umidi classificati come habitat 91E0* “Foreste alluvionali di Alnus glutinosa e Fraxinus excelsior” ed il miglioramento forestale di circa 12 ettari di bosco, sia con la eliminazione delle specie aliene (in particolare quercia rossa e pino strombo) in boschi classificati come habitat 91F0 ” Foreste miste riparie a Quercus robur, Ulmus laevis e Ulmus minor, Fraxinus excelsior o Fraxinus angustifolia” per circa 10,5 ha e con la riqualificazione di robinieti per circa 1,5 ha, con l’obiettivo di estendere in futuro l’habitat 91F0.

La seconda gara riguarda tutti gli altri interventi relativi all’azione C1, insieme a quelli previsti dalle azioni C2, C3 e C6.  I lavori sono stati affidati a novembre 2018.  L’inizio del cantiere è previsto per dicembre 2018.

La fornitura di specie erbacee di ambienti aridi e umidi per gli interventi previsti dalle azioni C1 e C6 sono stati assegnati ad una ditta specializzata in tale fornitura.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi